top of page
europrogettazione-news.png

Tieniti sempre aggiornato

Avviso TOCC - Transizione Digitale Organismi Culturali e Creativi


La Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura lancia in data 20 ottobre 2022 l’avviso pubblico, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Progetto NGEU – Next Generation EU attraverso i fondi destinati al PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore di micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit, operanti nei settori culturali e creativiper favorire l’innovazione e la transizione digitale. Nell’ambito del PNRR, l’avviso pubblico rientra nella Missione 1 “Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura”, Componente 3 “Turismo e Cultura 4.0 (M1C3)”, Misura 3 “Industria culturale e creativa 4.0”, Investimento 3.3 “Capacity building per gli operatori della cultura per gestire la transizione digitale e verde”, per cui sono stati stanziati complessivamente 155 milioni di euro. Di questo budget totale, 115 milioni di euro è la cifra investita per questo primo avviso pubblico, dedicato nello specifico al Sub-Investimento 3.3.2 “Sostegno ai settori culturali e creativi per l’innovazione e la transizione digitale”, ovvero all’Azione A2. L’avviso pubblico ha come obiettivo quello di favorire l’avanzamento del livello di maturità tecnologica delle organizzazioni culturali e creative italiane e renderle competitive a livello internazionale in termini di offerta culturale digitale; di favorire la creazione di reti tra diverse organizzazioni creative, improntate alla sperimentazione digitale consapevole; di creare e implementare, in termini di fruizione digitale e tecnologica, strumenti innovativi, efficaci, esportabili e competitivi sia del patrimonio culturale sia di espressioni e di prodotti della creatività contemporanea; di incentivare il rinnovamento digitale dei presidi culturali e utilizzare le nuove tecnologie per rendere accessibili i contenuti culturali e le complessità legate al territorio, anche in termini di percezione del patrimonio e di miglioramento della qualità della vita attraverso la creatività contemporanea; di favorire l’integrazione all’interno delle dinamiche collettive e l’inclusione della cittadinanza attiva nell’ambito dell’accesso alla cultura, in particolare nelle aree marginali; di incentivare la stabile collocazione di figure professionali in ambito culturale formate in termini di competenze tecnologiche e informatiche, da impiegare in modo continuativo all’interno dei presidi culturali.


A chi è rivolto

Possono partecipare micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit, operanti nei settori culturali e creativi. Nello specifico:

- le micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative di cui all’art. 2511 e seguenti del codice civile,

– le associazioni non riconosciute,

– le fondazioni,

– le organizzazioni dotate di personalità giuridica no profit,

– gli enti del terzo settore di cui all’art. 4, D.Lgs. n. 117/2017 e ss.mm.ii., iscritti o in corso di iscrizione al RUNTS. Gli ambiti di attività sono i seguenti: musica; audiovisivo e radio (inclusi film/cinema, televisione, videogiochi, software e multimedia); moda; architettura e design; arti visive (inclusa fotografia); spettacolo dal vivo e festival; patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi archivi, biblioteche e musei); artigianato artistico; editoria, libri e letteratura; area interdisciplinare (relativo ai soggetti che operano in più di un ambito di intervento tra quelli elencati). Gli interventi sono finalizzati: - alla creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online, capaci di interagire molteplici linguaggi espressivi e di adottare narrazioni innovative; - alla circolazione e diffusione dei prodotti culturali verso un nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero (ad es. sviluppo e ideazione di formati per lo streaming, dal vivo e non); - alla realizzazione di attività per la fruizione del proprio patrimonio attraverso modalità e strumenti innovativi di offerta (piattaforme digitali, hardware, software per nuove modalità di fruizione e nuovi format narrativi, di comunicazione e promozione), volte a garantire un beneficio in termini di impatto economico, culturale e/o sociale, salvaguardando adeguatamente la tutela della proprietà intellettuale; - alla digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione, condivisione attraverso la coproduzione, cooperazione trasfrontaliera e circolazione internazionale, soprattutto nell’Unione Europea; - all’incremento all’utilizzo del crowdsourcing e allo sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti community-based. Tutte le istanze pervenute, in regola con i requisiti di ammissibilità previsti dall’avviso pubblico, saranno prese in esame, valutate e ammesse a finanziamento secondo una graduatoria di merito.


ENTITÀ DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO E FORME DELL’AGEVOLAZIONE

La dotazione finanziaria è pari a euro 110 milioni a valere sul PNRR, Missione 1 – Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3), Investimento 3.3, Sub-Investimento 3.3.2. Il contributo, in “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013, è a fondo perduto ed è concesso in misura pari all’80% delle spese sostenute e ammissibili, nel limite massimo di 75.000 euro.


Scadenza

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 3 novembre 2022 ed entro e non oltre le ore 18:00 del 1° febbraio 2023 esclusivamente attraverso il portale di Invitalia (www.invitalia.it).

Allegati


PNRR - Avviso tocc
.pdf
Scarica PDF • 479KB

Allegato 2 avviso Tocc per scheda progetto
.pdf
Scarica PDF • 373KB

Allegato1 avviso tocc_Criteri valutazione
.pdf
Scarica PDF • 154KB

📌AI progettisti con competenze in merito è richiesto di: 1. Aggiornare il proprio profilo nella Community (AREA PROGETTISTI/Community) con breve bio e foto ed elencare i principali bandi/esperienze nel settore; 2. Manifestare l'interesse nella sezione FORUM e sarete contattati dalla segreteria organizzativa Euvillage. 📝Ricordate che potete utilizzare il modulo consulenza anche per i vostri clienti, facendo inserire il vostro nome nella sezione "professionista di riferimento" :) e riceverete l'incarico da Euvillages. Ci pensiamo noi agli aspetti legali e amministrativi! Buon lavoro :)





Hai un progetto da presentare?

Utilizza il modulo di consulenza Euvillages per richiedere un preventivo e un incontro di approfondimento gratuito!


Sei un Progettista? Iscriviti alla Community

Team EuVillages


376 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page